Istituto per la Storia della Resistenza e della Società contemporanea in provincia di Reggio Emilia
Calendario Eventi
SETTEMBRE 2016
LUN MAR MER GIO VEN SAB DOM
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 1 2
La nostra rivista

Richiamati...alla memoria!
L'istituto è anche
Social network
Auditorium “G. Masini” Istituto Superiore di Studi Musicali di Reggio Emilia e Castelnuovo ne’ Monti - Reggio Emilia, via Dante 11
Sabato 1 ottobre, 9.30 / 13.00 – 14.30 / 17.30
- Ultimo aggiornamento: lunedì 26 settembre 2016

Ciclo di incontri "Leggere la Storia" Ottobre - novembre 2016

Il progetto "Leggere la Storia", organizzato da I Teatri in collaborazione con Istoreco, ha l'obiettivo di avvicinare alla grande storia un pubblico di appassionati e interessati, mettendoli a confronto, in modo semplice ma stimolante, con i temi e le prospettive d'avanguardia della storiografia nazionale. L'idea è di lavorare sui testi per cogliere le specificità della conoscenza storica come sapere critico, utile anche per una decodifica e messa in prospettiva del presente. Il percorso intende analizzare la storia del secondo dopoguerra a Reggio Emilia, soffermandosi su alcuni nodi storici che rendono questo caso di studio particolarmente rilevante anche a livello regionale e nazionale. All'interno il calendario della nuova serie di appuntamenti.

Quest'anno le proposte didattiche di Istoreco "Prendi il Tempo" sono presentate all'interno del volume a cura del Comune di Reggio Emilia "+d1 Reggio Emilia. Cultura per la Scuola 2016 -17". Giunto alla settima edizione, il volume raccoglie e presenta l’offerta culturale rivolta alle scuole cittadine per l’anno scolastico 2016-2017, integrata in un’unica piattaforma di opportunità educative. Scarica il PDF!
Entrare nel mondo che Ermes Grappi evoca in queste pagine autobiografiche è un’avventura appassionante, proprio come quella del protagonista: un reggiano nato durante il fascismo, che ha vissuto le guerre mussoliniane e partecipato alla Resistenza, e che nell’immediato dopoguerra ha aderito al Partito Comunista Italiano. Questo racconto autobiografico, affidato ai nastri magnetici di Alfredo Gianolio e curati per la stampa da Glauco Bertani, è accompagnato da un accurato apparato di note che ne fa anche un pezzo di storia del Novecento.

E' possibile devolvere il 5x1000 all'Istituto: qui tutte le istruzioni utili.

A Breisach nel luglio 1962 fu costruita la fontana “Europabrunnen” in ricordo della memorabile votazione del 9 luglio 1950 con la quale gli abitanti furono i primi in Europa a pronunciarsi a favore della creazione di uno Stato europeo. E da qui si è cercato di promuovere il concetto di cittadini europei senza definizioni nazionali.
In vendita presso Istoreco il nuovo volume di Michele Bellelli.
"Alle Reggiane entrarono migliaia di giovani che hanno mutato la loro storia personale e quella collettiva, trasformando una provincia contadina in un territorio di artigiani e piccole industrie. Il saggio di Bellelli vuole essere una sorta di guida e di “indice” perché questa ricerca sulle Reggiane possa restituire alla comunità locale la vicenda della sua “fabbrica” e ricordare il contributo tecnico e umano di quella che fu una delle più grandi e attive imprese del panorama industriale italiano." Dalla prefazione di Massimo Storchi
In collaborazione con la Regione Emilia Romagna ed il Centro Documentazione Donna di Modena è iniziata una importante operazione di recupero, salvaguardia e ricerca di immagini, documenti, testi e materiali che testimonino le prime donne che hanno esercitato il diritto al voto e che si sono spese nella vita politica come amministratrici della città e della provincia di Reggio Emilia. Al fine di incrementare e valorizzare i documenti conservati presso il Polo Archivistico si invita la cittadinanza a contribuire alla salvaguardia di una parte fondamentale della storia delle donne della città di Reggio Emilia.
Approvata la legge regionale che favorisce la tutela e la messa a sistema delle istituzioni e dei luoghi della memoria in Emilia Romagna. La consigliera regionale Silvia Prodi cita Istoreco come esempio virtuoso.
Il dipartimento dei servizi sociali del Comune di Reggio Emilia ha ricevuto il secondo premio Dosta dal Congresso delle autorità locali e regionali del Consiglio d'Europa per il progetto a favore delle comunità Rom.
L'iniziativa organizzata in collaborazione con il Viaggio della Memoria di Istoreco ha permesso a 1.000 studenti di conoscere la storia e la cultura dei Sinti e Rom, in particolare la loro situazione attuale e il dimenticato genocidio di queste popolazioni da parte dei nazisti durante la seconda Guerra Mondiale.
Disponibile nelle librerie reggiane il nuovo numero della rivista Ricerche Storiche.
Istoreco ha posato, come preparazione del Viaggio della Memoria 2016, dieci nuove pietre d’inciampo (divise fra Reggio Emilia, Correggio e Castelnovo Monti) mercoledì 13 gennaio, per ricordare persone che sono morte a causa della persecuzione nazi-fascista, nei loro paesi come nei campi di prigionia e sterminio. Il progetto di Istoreco sulle Pietre, iniziato nel gennaio 2015 a Reggio e Correggio, porterà di nuovo nelle due città ma anche a Castelnovo né Monti, fra i deportati di Kahla.

In occasione del Settantesimo Anniversario della Resistenza e della Seconda Guerra Mondiale, gli Istituti Storici dell'Emilia Romagna hanno realizzato una collana di app, applicazioni informatiche multimediali scaricabili su differenti supporti (smartphone, tablet, pc), contenenti percorsi dei nove capoluoghi di provincia su tematiche che hanno riguardato ciascuna città. La Resistenza, con i luoghi simbolo dell'attività partigiana e La Repressione - i sacrari dei caduti per mano nazifascista. E ancora La Vita Quotidiana, i bombardamenti con la distruzione delle costruzioni civili e artistiche e la costrizione dentro i rifugi antiaerei. Infine le Persecuzioni, perpetrate nei confronti delle minoranze e delle comunità ebraiche.

Il Viaggio della Memoria di Istoreco ringrazia i suoi principali sostenitori: gli studenti e le famiglie reggiane. Li ringrazia donando un piccolo libro a ogni viaggiatrice e ogni viaggiatore dell’edizione 2016, che ha portato 1.100 persone in visita a Praga, Terezin e Lidice. Il volumetto è composto dalle foto di Andrea Mainardi e dai pensieri dei viaggiatrici, raccolti dalla redazione di viaggio di Istoreco durante questi mesi, e offre un racconto della lunga esperienza del Viaggio della Memoria Istoreco.

Gli uffici sono aperti dal lunedì al venerdì mattina dalle 08.30 alle 13.00;
martedì e giovedì anche il pomeriggio dalle 15.00 alle 18.00.

Istoreco è in via Dante, 11 - 42121 Reggio Emilia
Tel. : 0522 437327 - 442333 - Fax. : 0522 442668 - Email: staff@istoreco.re.it
C.F. 80011330356

A cura della redazione web di Istoreco

Istoreco - Sito web dell'Istituto per la Storia della Resistenza e della società contemporanea
Copyright by Istoreco