Istituto per la Storia della Resistenza e della Società contemporanea in provincia di Reggio Emilia
La nostra rivista

Richiamati...alla memoria!
L'istituto è anche
Social network
Si scopron le tombe...
Indagine antropometrica sui fratelli Cervi




7-8 gennaio 1944, Reggio sconvolta dalle bombe. Almeno una di queste cadde sulla frettolosa e segreta sepoltura dei sette fratelli Cervi e di Quarto Camurri, fucilati al poligono di tiro a segno il 28 dicembre 1943.
Una sepoltura che il regime, per motivi facilmente intuibili, voleva tener segreta, almeno per un po' di tempo. Sulla rivista "Reggio Storia" è stato recentemente pubblicato un saggio di Valeria Isacchini che documenta nei particolari quella sepoltura "clandestina", avvenuta nel cimitero comunale di Villa Ospizio il giorno stesso della fucilazione. Sul retro del verbale, diligentemente compilato dal servizio di polizia mortuaria, fu disegnata un'accurata piantina con le posizioni delle sepolture (chi e dove è sepolto, come del resto imponeva la legge).
Le tombe erano in adiacenza al muro di cinta del cimitero, sul lato ovest, fiancheggiato dalla strada che dalla via Emilia portava all'aeroporto, proprio di fronte alla Montecatini, lo stabilimento di concimi, ora scomparso, allora conosciuto anche come "la fabbrica del guano"...


Questo saggio, di AMOS CONTI, I fratelli Cervi. Sepolti in segreto e riesumati dalla bombe, è stato pubblicato sul n 103 di RS-Ricerche Storiche, oggi in edicola e libreria. Esso spiega gli eventi che hanno portato Istoreco a chiedere al Gabinetto Provinciale di Polizia Scientifica della Questura di Reggio Emilia, di svolgere un'indagine antropometrica per trovare una corrispondenza tra le caratteristiche somatiche di uno dei sette fratelli Cervi (Gelindo) e una salma riportata in superficie in seguito al bombardamento del cimitero di Villa Ospizio, 7-8 gennaio 1944.

Per sapere gli esiti dell'indagine, guardare il pdf:
::DOWNLOAD FILE::

I risultati dell'indagine antropometrica sono stati presentati alla conferenza stampa del 3 maggio 2007, a cui hanno partecipato Fabio Rizzo (vice questore RE), Gennaro Gallo (questore RE), Antonella Spaggiari (presidente Fondazione Manodori) e Rossella Cantoni (presidente Istituto Cervi e Sindaco di Gattatico).

Gli uffici sono aperti dal lunedì al venerdì mattina dalle 08.30 alle 13.00;
martedì e giovedì anche il pomeriggio dalle 15.00 alle 18.00.

Istoreco è in via Dante, 11 - 42121 Reggio Emilia
Tel. : 0522 437327 - 442333 - Fax. : 0522 442668 - Email: staff@istoreco.re.it
C.F. 80011330356

A cura della redazione web di Istoreco

Istoreco - Sito web dell'Istituto per la Storia della Resistenza e della società contemporanea
Copyright by Istoreco