Romano Prodi socio onorario di Istoreco

Assemblea annuale Istoreco
4 maggio 2011 ore 15
Sala del Consiglio Provinciale, C.so Garibaldi 59, Reggio E

Romano Prodi socio onorario di Istoreco


«Gentile Signor Presidente la Sua cortese lettera dove mi comunica che il consiglio direttivo di Istoreco ha proposto la mia nomina a “socio onorario”. Posso solo rispondere che ne sono “onorato” e che quindi accetto molto volentieri la proposta. Ringraziando di cuore porgo i miei più cordiali saluti. Con molta amicizia Romano Prodi».

Con le parole di stima e di ringraziamento dell’ex Presidente del consiglio si aprirà mercoledì 4 maggio, alle ore 15.00, presso la Sala del Consiglio Provinciale, C.so Garibaldi 59, Reggio E. l’Assemblea annuale di Istoreco. 

Nella relazione del Presidente Mirco Carrattieri, che aprirà l’Assemblea, si evidenzia come, nonostante il difficile momento politico ed economico, Istoreco abbia proseguito il suo processo di consolidamento, completando la riorganizzazione interna e rafforzando la rete di relazioni con l'esterno. Sul piano istituzionale da sottolineare, soprattutto, la piena valorizzazione del Polo Archivistico, con la firma della convenzione triennale con il comune, l'acquisizione di nuovi fondi come l’ARCHIVIO DELLA PROVINCIA, lo svolgimento di numerose mostre. Tuttavia va ricordato anche la ricollocazione della biblioteca e il potenziamento del settore comunicazione.Tra le attività di divulgazione e formazione alla cittadinanza occorre ricordare il costante successo dei Viaggi della Memoria; l'intensa attività didattica e formativa (con l'importante ciclo “Rileggere l'unità d'Italia”); il nuovo data-base degli Albi della memoria.Quanto alle iniziative culturali, Istoreco ha svolto un importante lavoro sulle principali date del calendario civile, con particolare attenzione al 50° del 7 luglio 1960 e al 150° dell'Unità d'Italia.In merito alle relazioni con il territorio, vale la pena di ricordare i rapporti con le associazioni partigiane; la forte sinergia con l'Istituto Cervi; la prossima convenzione con l'Università. Ma molto importanti sono anche i rapporti con la realtà nazionale, attraverso la rete Insmli, ma anche la Sissco, l'Istituto Gramsci, la Fondazione Camera. Nel complesso Istoreco si propone come il principale istituto di conservazione, ricerca e divulgazione sulla storia contemporanea in provincia di Reggio Emilia, mantenendo salde le proprie radici nell'antifascismo democratico e promuovendone il rilievo nel dibatitto pubblico.Alla relazione seguirà la discussione e approvazione del Bilancio consuntivo 2010 e di quello preventivo per l’anno 2011. l’Assemblea poi passerà alla nomina del Presidente Onorario, Giannetto Magnanini, dei soci benemeriti, Amos Conti, Mario Frigeri e Ilio Patacini, e del socio onorario, Romano Prodi. 


QUI DI SEGUITO LA MOTIVAZIONI PER LE NOMINE:


Amos Conti:

“Per aver concepito, realizzato e sviluppato, con Livio Nicolini, il progetto Albi della Memoria, che ha offerto alla cittadinanza reggiana uno straordinario strumento di informazione e approfondimento sulle sue radici; per aver portato a termine, con Michele Becchi, la monumentale ricerca sui bombardamenti di Reggio, arricchendo il panorama della storiografia sulla seconda guerra mondiale e sensibilizzando l’opinione pubblica sul tema delle vittime civili; per aver avviato, con Alfio Moratti, un importante lavoro di documentazione sui reggiani nella guerra di Libia, di cui ricorre quest’anno il centenario, illuminando così le premesse del primo conflitto mondiale. Tutte queste attività, condotte a titolo totalmente gratuito, hanno enormemente contribuito alla credibilità e al prestigio di Istoreco, tanto a Reggio quanto nel panorama nazionale”.

Mario Frigeri:
“Per la costanza e la tenacia del lavoro di recupero e di valorizzazione delle memorie e della documentazione sulle vicende resistenziali , che ha contribuito a chiarire numerosi episodi e a illuminare importanti figure della lotta di Liberazione; ma anche per la straordinaria disponibilità nello svolgere tutte le mansioni, piccole e grandi, che consentono la sopravvivenza quotidiana dell’Istituto, promuovendo anche quel clima collaborativo e appassionato che rende meno pesante il nostro lavoro”. 

Ilio Patacini:
“Per aver partecipato personalmente con assiduità alle attività dell’istituto; per averci fornito costantemente il supporto del Ccfs; e per essersi speso a più riprese e in più sedi per garantirci l’appoggio del mondo cooperativo reggiano. Anche grazie a questo sforzo, i Viaggi della Memoria di Istoreco, che portano ogni anno un migliaio di studenti a visitare i luoghi dello sterminio, proponendo loro un intenso lavoro di preparazione e restituzione, sono ormai riconosciuti, anche sul piano nazionale, come una esperienza quantitativamente rilevante e qualitativamente originale di educazione alla cittadinanza attiva”.

Calendario

 <  novembre 2014  > 
LuMarMerGioVenSabDom
27 28 29 30 31 01 02
03 04 05 06 07 08 09
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
1 2 3 4 5 6 7
< >
29/11/2014 ore 09:30
Presentazione libro

Il calice di legno, Dino Torreggiani e la sua Chiesa


Social network

Appuntamenti

 

 

 

 

 

Newsletter

La nostra rivista

Nella Rete









Risorse