Istituto per la Storia della Resistenza e della Società contemporanea in provincia di Reggio Emilia
La nostra rivista

Richiamati...alla memoria!
L'istituto è anche
 
Social network

I percorsi biblio-tematici che offriamo ai naviganti sono il risultato di un attento e mirato lavoro di spoglio delle riviste (dal 2006) depositate nell’emeroteca di Istoreco, un patrimonio culturale esclusivo che nessun altro ente provinciale possiede. Infatti, sono riviste che provengono, per la maggior parte, dalla rete degli Istituti a cui appartiene Istoreco.

Questa proposta è da considerarsi un work in progress “interattivo”, ossia aperto anche al contributo dei naviganti.

Proponiamo gli strumenti e le proposte per il lavoro in classe e l’aggiornamento del docente di storia pubblicati sul numero di gennaio di “Per la storia mai”.

Nell’anno 1998 “I viaggi di Erodoto”, la rivista di cultura storica edita da Bruno Mondadori dal 1987 al 2001, dedicava un dossier al tema “Il confine orientale. Una storia rimossa”.
Oggi, lo stesso curatore, il professor Raoul Pupo, parla di una storia riscoperta. Nel corso di un decennio infatti, i contributi sull’argomento si sono moltiplicati, sia sul versante della ricerca che su quello della divulgazione.

"La Repubblica nata dalla Resistenza" tra storiografia, politica e mass media
È passata alla storia come “Chi sa, parli!” l'operazione di revisione storiografica sulla Resistenza, dalle forti valenze politiche, che è esplosa nell'estate del 1990. Un'autentica bomba che ha scosso il mondo politico e le associazioni partigiane e che ha dato inizio a una “nuova” stagione della storiografia resistenziale e degli studi sulle origini della Repubblica .
A rileggere oggi, a distanza di oltre dieci anni, lo scritto di Otello Montanari “Rigore sugli atti di “Eros” e Nizzoli” (“Resto del Carlino Reggio” 29 agosto 1990) non si capisce immediatamente come possa aver innescato un simile putiferio.
Il contenuto della lettera dell'ex partigiano, ex parlamentare comunista e, all’epoca, presidente dell’Istituto “A. Cervi”, non rivela – a detta di numerosi opinionisti e politici che all'epoca presero carta e penna o rilasciarono dichiarazioni a radio e televisioni – nessun mistero...

Per iniziare giova ricordare che all’indomani del 25 luglio 1943, data della caduta di Mussolini, in provincia di Reggio (come nel resto d’Italia) non si registrarono violenze significative nei confronti degli appartenenti al Partito nazionale fascista. E questo un qualche significato ha… ma veniamo al 25 aprile 1945. Una data che va usata nella sua accezione più simbolica...

Gli uffici sono aperti dal lunedì al venerdì mattina dalle 08.30 alle 13.00;
martedì e giovedì anche il pomeriggio dalle 15.00 alle 18.00.

Istoreco è in via Dante, 11 - 42121 Reggio Emilia
Tel. : 0522 437327 - 442333 - Fax. : 0522 442668 - Email: staff@istoreco.re.it
C.F. 80011330356

A cura della redazione web di Istoreco

Istoreco - Sito web dell'Istituto per la Storia della Resistenza e della società contemporanea
Copyright by Istoreco